Il castello del Drosso Torino

Il castello del Drosso Torino

9 Views
Published
Castello del Drosso

Ubicato nel Quartiere Mirafiori Sud ,verso l’estremo meridionale del territorio della città ,al confine con il Comune di Beinasco ,era in origine un insediamento rurale fortificato tardomedievale (sorto intorno alla corte quadrata di una più antica villa romana quale,forse,stazione di sosta) che fu successivamente trasformato in Grangia alle dipendenze dell' Abbazia di Santa Maria di Staffarda,nel Comune di Revello .Delimitato a settentrione dalla Strada del Drosso ,ad est dalla Tangenziale ,a sud dal bacino del Torrente Sangone e ad ovest dalla diramazione per Pinerolo ,sul finire degli anni trenta del 1300 passò alla Famiglia Vagnone che lo fortificò ,innalzandovi una residenza turrita,dando origine al Castello (con affiancati una segheria ed un mulino da grano ed edifici sussidiari annessi oltre il Torrente,in direzione della Frazione Stupinigi del Comune di Nichelino).Frazionato in quattro parti nell’anno 1496 fu condiviso fra più proprietarifino all’anno 1539 quando, il Conte Gugliemo Gromis di Trana,riuscì ad acquisirne la maggior parte.Il castello smise la sua funzione di fortezza per divenire una dimora gentilizia per il soggiorno delle famiglie nobili che frequentavano l’attiguo Ex Castello di Mirafiori.Passato,in seguito,interamente in mano alla Famiglia Gromis di Trana (nell’anno 1860), fu oggetto di un comprensivo progetto di restauro di ispirazione romantica e medievalista:la manica sud venne completamente ristrutturata per formare un ampio porticato al piano terra sormontato da due spaziose e soleggiate terrazze semicircolari comunicanti;al secondo piano uno stretto loggiato si affaccia verso sud.A pianta quadrata,in mattoni a vista,con tre piani fuori terra,raccolto attorno ad una corte chiusa e completato da quattro torri angolari,nonostante le reiterate trasformazioni successive il suo involucro esterno ha mantenuto il carattere di fortificazione.Prospicente la facciata ovest è rappresentato un giardino all’italiana e della struttura fanno parte anche la Cascina Torta (già Cascina Gromis ) e la Cascina Perino (già Cascina Robilant ).
Curiosità :
- All’angolo sud-est della costruzione si erge il Campanile che appartenne a quella che un tempo era la Cappella ad uso del personale di servizio del Castello.
- Negli anni quaranta del XX secolo ,con l’occupazione nazista,la struttura accolse il Comando Torino Sud dell’ Esercito Tedesco (la presenza militare lasciò diverse tracce sulle rovine del castello:disegni e graffiti, oltre a tramezzi,impianti idraulici ed elettrici).

Leggenda urbana,edifici abbandonati,lasciati a se stessi,le indagini sono condotte senza asportare,imbrattare,provocare danni. Urban legend, abandoned buildings, left to themselves, the surveys are conducted without remove, deface, damage.
Sign in or sign up to post comments.
Be the first to comment